Passa ai contenuti principali

Conserva di pomodoro San Marzano.





 Conserva antica, ottima per condire la pizza alta e sughi veloci.


Tagliare in 4, di lungo i  pomodori San Marzano e, disporli in ampli contenitori per spolverizzarli con il sale.

Io preferisco non aggiungere il sale, perché trovo che esalti troppo la nota acida di questa qualità di pomodori.

Bollire dei barattoli in vetro per conserva, più la bocca dei contenitori sarà larga più l’operazione sarà semplice.

Adagiare delicatamente i filetti di pomodoro salati nel barattolo, aggiungere di tanto in tanto una foglia di basilico, pressare delicatamente e riempire fino all’orlo.

Mettere sul fondo di una capiente pentola, un pezzo di cartone, adagiarvi i barattoli ben distanziati, l’uno dall’altro. Porre fra i barattoli dei canovacci. Riempire la pentola di acqua calda fino a coprire i barattoli.

Portare a bollare e proseguire la cottura per circa un’ora.

Quando  le conserve saranno ancora calde estrarle dall’acqua e avvolgerle in canovacci fino a raffreddamento. Conservarle in luogo fresco e asciutto.

È un procedimento che si può fare tranquillamente in cucina, prima si usava farlo in cantine, dove se ne producevano centinaia, ora che tutto si è ridimensionato alle nostre piccole famiglie,  la conserva di pomodori, viene fatta tranquillamente nelle piccole pentole di casa, debbo aggiungere con mia somma gioia, ho ricordi d’infanzia orrendi legati a queste conserve, si perché venivamo sempre coinvolti in giornate interminabili, i grandi sembravano divertirsi tanto, ma noi piccoli eravamo già stanchi alla prima bottiglia!!!! E’ si prima si usavano le famose bottiglie ……………………………….


I nostri nonni dicevano che per riconoscere un vero pomodoro San Marzano verace dovevamo vedere se avevano il "pizzo" ........la punta finale, oltre a questo dovevamo vedere su che terra veniva coltivata, le colture che si trovavano vicino, che poi ne avrebbero dederminato il gusto. Ovviamente allora era un grande investimento, perchè se ne compravano i quintali.......
per saperne un po' di più di questo grande prodotto dop
http://it.wikipedia.org/wiki/Pomodoro_di_San_Marzano_dell%27agro_sarnese-nocerino

Commenti

Post popolari in questo blog

Pasticcini di frolla montata by Teresa Insero

I miei pasticcini di frolla montata. Avvertenze: creano grave dipendenza 😜! Sono super veloci e facili, ma ci fate un figurone! Nella ricetta vi scrivo qualche trucco per non far perdere la forma, e soprattutto per evitare quel sapore un po' eccessivo di burro .

Éclair, i bigné alla francese

Gli Èclair, i bignè alla francese. Credo che molti conoscano la mia passione perversa per i bignè. Prove su prove alla ricerca della ricetta bilanciata, e fino a ieri, credevo che la mia ricerca fosse a buon punto. Nulla di più sbagliato. Ieri , un po’ stanca e un po’ distratta dal pensiero di altri esperimenti, ho riprodotto la ricetta del grande Maestro (il Maestro dei Maestri) Pierre Hermé, eeee….. sorpresa ho trovato ciò che cercavo da circa 20 anni, un bignè fragrante, che si gonfia ma mantiene la forma, che non necessita del passaggio in stufa a 40° per farlo asciugare……quindi si una magia che solo lui poteva fare. Eccovi la ricetta dal libro LE LAROUSSE DES DESSERTS ______________________________________________

Ingredienti per 13éclairs:
60 ml di acqua75 ml latte intero2 g sale3 g zucchero56 g burro di centrifuga75 g di farina debole3 o 2 uova piccole. Vi metto la foto di alcuni ingredienti

Preriscaldare il forno a 170 °C forno statico valvola chiusa (il forno deve essere ben c…

Cupcakes dal cappello alto

Cupcake dal cappello alto, è un dolcino estremamente scenografico, ma anche molto buono, nonostante sia una "ricetta americana" ha il sapore dei dolci delle nostre nonne.
 Passiamo subito alla ricetta, che io ho preso qui, ovviamente ho fatto le mie modifiche, sempre rispettando il carattere goloso del dolcino.

 Ingredienti per 11 cupcakes: (il 12° è molto piccolo)

125 g farina debole per dolci tipo mulino bianco
25g di polvere orzo-caffe solubili
1 cucchiaino di bicarbonato e cremor tartaro (in parte uguali)
40 g di burro fuso (bavarese)
40 g di olio di oliva delicato
170 g zucchero (di cui 50 grammi di zucchero di canna grezzo integrale)
80 ml di latte fresco intero
2 uova medie
50 g di scaglie di cioccolato (opzionali)
1 cucchiaino di essenza di vaniglia o polpa di bacca 

Procedimento muffins

Preriscaldare il forno a 170° C statico.
Foderare con pirottini per cupcakes la teglia da muffin.
Setacciare insieme il lievito naturale e la farina, nella ciotola della planetaria.